53 notizie prima del contagio

A distanza di un anno rileggo i miei commenti alle notizie di prima che arrivasse la catastrofe. Non mi sembra però che stessimo tanto meglio, in generale…

1 Dal Veneto arriva una nuova invenzione: una fibra, fatta dalle api, da usare al posto della plastica. Adesso si tratta di capire dove cazzo si sono cacciate le api. In ogni caso non è vero che le api stanno scomparendo, in realtà sono venute tutte a casa mia.

2 Avete notato che sotto le foto di fighe indiscutibili, molto spogliate, che scrivono frasi filosofiche ma insignificanti, tipo “Capire la natura che ci circonda è cercare il contatto con l’universo”, c’è una sfilza di commenti, tutti di maschi, che scrivono “sei divina”, oppure “sei una meraviglia dell’universo” o magari “sei qualcosa di magico”; mentre sotto le foto di donne che parlano di solidarietà e sono vestite normalmente, c’è una sfilza di commenti, sempre di maschi, che scrivono “Sei una troia”, oppure “Vai a fare pompini agli africani”, o magari “Sei una puttana internazionale”? Scarso spirito di osservazione, o altro? Secondo me c’è dell’altro, perché se una figa indiscutibile fa intuire a costoro che non gliela darà mai, i commenti diventano quelli del secondo caso.

3 Trump voleva comprare la Groenlandia. Niente, ci tenevo a dirvelo.

4 Notizia dal veneto. Fermato in stato di ebbrezza, va a prenderlo il papà, era ubriaco anche lui. Quando si dice “Veneto Stato” forse si allude proprio allo Stato di Ebbrezza.

5 Fassino dichiara alla Stampa: Trent’anni di Salvini? Vedremo se gli daranno i voti. Ma cazzo, Fassino, lo fai apposta?

6 Vedo che c’è ancora chi casca in quegli articoli nei quali un importante studio scientifico rivela che sei più intelligente degli altri se hai particolari estetici incongrui come i foruncoli sul naso, i peli sulle orecchie, le tette piccole o il raffreddore da fieno. Beh, se ci credete, non so dire se veramente siete più intelligenti degli altri.

7 Scrivere Stato di merda su FB è reato. Quindi, se scrivete frasi come “Sono stato di merda ieri sera, quando ho visto il tg”, fate attenzione alle maiuscole.

8 A Hong Kong protestano tutti. Ma proprio tutti. Capisco il governo cinese, capisco che ci sono delle antiche convenzioni, ma se non piaci proprio a nessuno, magari una domanda te la fai.

9 Trump dice una cosa che, all’apparenza, sembra saggia: “Le persone, non le armi, tirano il grilletto”. Poi dice: “Servono più ospedali psichiatrici”. Ecco una delle prove che il capitalismo non è altro che un ragazzo tossicodipendente, che chiede soldi e non si vuol curare. Allora chiediamoci, Donaldo, se non sono le armi a uccidere, se sono le persone, perché non accetti che tutti i paesi del mondo abbiano la bomba atomica? Perché solo alcuni, che si autoconsiderano i gendarmi del mondo? Se le persone tirano il grilletto e non le armi, visto che si può uccidere anche con un sasso, ma non possiamo mica eliminare i sassi; allora spiegami qual è lo scopo di una pistola, di una mitraglietta, per cosa sono venduti? Sono forse soprammobili, fermaporte? Se lo scopo è l’autodifesa (il che significherebbe che tutti dovrebbero girare armati), perché una persona può comprare un arsenale, forse in caso di attacco alieno? Se la diffusione delle armi rende la società più sicura, perché in America c’è un numero di omicidi 16 volte superiore a quelli che avvengono in Germania, e perché fino all’anno scorso, in Italia erano anche meno? E perché, ad esempio, nel 2014, ci sono stati oltre 1000 minorenni assassini in America? Purtroppo, le questioni di sicurezza sono questioni che vanno affrontate su larga scala dalle istituzioni, perché anche se tutti gli americani, al 100%, fossero stati armati fino ai denti, l’11 settembre non avrebbero potuto evitarlo. 

10 Da una delle vostre pagine scopro l’etimologia della parola “coglione”, deriva per vie molto traverse, dal greco Koleos, che vuol dire “vagina”. Le etimologie servono solo se si scava poco, perché va a finire che tutte le lingue del mondo derivano da una sola parola primitiva. E non oso pensare quale.

11 Al Palio di Siena vince un cavallo scosso. Dopo aver tagliato il traguardo è tornato indietro e ha frustato il fantino.

12 Trenitalia, la società privata che in realtà è pubblica, oppure la società pubblica che ormai è privata, insomma chi ci capisce qualcosa è bravo, ha dovuto sopprimere ben 16 treni regionali (forse sparandogli) in Liguria, per mancanza di personale. Già, ma perché manca il personale? Ditelo, il lettore deve sapere, se no, non sa a chi dare la colpa!

13 Toninelli dice che se il governo non va avanti tradisce il mandato degli elettori. Dunque questo governo, ci è stato mandato dagli elettori. Buono a sapersi.

14 Sempre più genitori si affidano all’assistente informatico Alexa per le fiabe della buona notte. “C’era una volta un povero falegname, era indeciso se acquistare una sega nuova da 34 euro e cinquanta o una usata da 12 e 90, questa settimana tuttavia ci sono tante altre offerte. Voleva fare un burattino, ma perché farlo, quando con un click poteva acquistarne uno già fatto?”.

15 Girano battute sui profughi, che non sarebbero disperati alla ricerca di fortuna, ma gente che sta benone, se la passa da dio con smartphone e palestra e decide di sfidare le onde sui barconi, col rischio assai probabile di morire annegata. Dev’essere un nuovo caso di quelle sfide social: gli africani si annoiano e stanno troppo bene a casa loro e così, per far salire un po’ l’adrenalina, si buttano in assurde sfide contro la vita. Persino un prete in un’omelia dice che sono pieni di ori, orologi e telefonini. Dunque sono pazzi, stanno così bene e che fanno? Vanno a passare mesi di merda su barche puzzolenti tra i flutti del mediterraneo; chiamate uno psichiatra. Per il prete. E anche un esorcista, perché costui fa pompini a satana.

16 il ministro delle interiora pubblica un post contro la Littizzetto (che ha solo espresso una sua opinione) attendendo i soliti commenti, senza nemmeno un tentativo di ragionamento, dei cani da social con la schiuma alla bocca. La domanda che fa è “Secondo voi, quanti ne avrà ospitati a casa sua?”. Eh già, è facile dire che i poveri vanno salvati se poi non li porti a casa tua. Sarebbe come dire che è una vergogna che i terremotati stiano nelle tende e poi non ospitarne nessuno a casa propria, e li immagino i mastini da social, o il ministro dell’apericena quanti attendati hanno ospitato a casa propria. Eh già, parlare è facile, sarebbe come dire che il sistema welfare dello stato deve curare i malati nei propri ospedali e poi non farsene mandare neanche uno a casa propria, o dire che ci vogliono le galere per i piccoli spacciatori e poi non custodirne neanche uno nel proprio garage, mica vorrete che paghi io con le mie tasse l’alloggio dei piccoli criminali nelle galere! Siete voi che ce li volete, fateli prigionieri e custoditeli in garage.

17 fb cancella il profilo di una nipote di Mussolini che ha scritto “Buon compleanno nonno”, mi sembra esagerato; anche se, devo dire,  io non faccio mai gli auguri di buon compleanno al mio nonno morto: credo che si chiederebbe se lo stia prendendo per il culo. Nel frattempo, un gruppo di vecchi, per compensare il torto subito da una povera nipote che ha la sola colpa di adorare il nonnino defunto, invece di osservare i cantieri come fan tutti i loro amici, fanno il saluto romano al feretro di tal Rastrelli, ex presidente della regione Campania. Mi sembra esagerato.

18 Felice Maniero continua a cambiare identità per non farsi notare. Nel frattempo manda dei video post in cui si propone come paladino dell’ambiente. Cazzo, è schizofrenico! Di solito uno che non vuol farsi notare se ne sta cagato, ignora i social e, soprattutto, non fa sentire la propria voce! Oppure è un altro, non è lui, è uno che, dicendo che è lui e conoscendo la morbosità malata degli italiani per i criminali, cerca di farsi notare. Anche perché, onestamente io, di seguire i consigli su una vita più sana da uno che ha ammazzto un sacco di gente, non mi fido per un cazzo.

19 Merita una menzione d’onore l’artigiano di San Marino di Valbrenta Riccardo Pontarollo. Il suddetto Pontarollo notava due turiste cinesi in evidente crisi di panico, pur non sapendo il mandarino intuiva una sequela di bestemmie cinesi e, dopo essersi fatto il fantozziano (o Dostoeskiano) segno della croce, invitava le due turiste a respirare profondamente. Esse parlavano un inglese che in confronto il mio è certificato a Aaaarvard, ma il Pontarollo non si perdeva d’animo, insomma, boia d’un cane, si può sapere cos’è successo? Chiede in perfetto albionese. Le due spiegano che hanno fatto un biglietto a Venezia per la nota destinazione turistica di San Marino, ma invece di andar nelle terre romagnole, son finite qua in mezzo ai monti in sto posto… piano! Le minaccia il Pontarollo, qua son pur sempre bei posti, ma vi è il fatto, dice sciorinando verbi inglesi ormai inutilizzati, che la stazione ferroviaria di quel San Marino è chiusa dal 44 ostia! Offre un bianco alle cinesi e le aiuta a fare il biglietto per tornare a Venezia. Certo, a San Marino di Valbrenta non avrebbero trovato tutti quei souvenir provenienti dalla loro terra d’origine, ma magari avrebbero consumato un lauto pranzo rigenerante.

20 Leggo di partitini e partitelli in via di formazione, di gente che si candida per respingere l’armata di Salvini. Beh, immagino gli facciano davvero paura tutti quegli 1,8%. 

21 Dunque Carola Rakete prendeva ordini precisi dalla Germania. Questa è una notizia falsa, ma è stata ripetuta da talmente tanti cretini che anch’io la considero vera. È autentica come marte che lo vedi grande come la luna, anche a quella ormai ci credo, anche se mi sembra che Marte sia molto più grande della luna. D’altronde, quella della Germania è un classico, un’organizzazione non governativa che prende ordini da un governo. 

22 Non capisco perché Richard Geere venga qua a portare i viveri ai nostri profughi, perché non va sui barconi dei profughi al confine messicano? Poi è chiaro che lo fa per farsi pubblicità: il cinema americano, che ha un  mercato miliardario in tutto il mondo, deve la sua stessa sopravvivenza a un popolo che per decenni è andato al cinema solo a natale a guardare Boldi e De Sica. (Sì, lo so, quella dei barconi al confine messicano non l’avevate nemmeno capita).

23 L’accordo Lega-Berlusconi non è ancora ratificato. Capiremo che lo sarà quando il tgcom 24 smetterà di trasmettere news sulle contestazioni al capitone.

24 A Valencia degli omofobi spagnoli picchiano un ragazzo gay di Vercelli. Ora, credo che i cervelli dei nostri omofobi stiano andando in ebollizione, come l’asino di Buridano, sono ad un impasse: devono complimentarsi con gli omofobi spagnoli o devono incazzarsi urlando “Prima gli omofobi italiani”?

25 Il sindaco di Sassuolo non capisce perché gli operai di un’azienda ceramica che ha appena chiuso i battenti, invece di protestare, non chiedano di lavorare presso un’altra fabbrica della stessa azienda, in Russia. Già, perché non lo fanno? Lui dice che quand’era giovane, era disposto a trasferirsi in Michigan. Poi non ci è andato, sai, gli impegni, il bollo, l’assicurazione, non è facile andare in Michigan. Ma lui ci sarebbe andato. Forse.

26 In Germania un tizio si è iniettato del viagra nel pene ed ora ha un’erezione permanente. Basta, credo che la notizia, trovata sul Gazzettino, basti da sola.

27 A Treviso una notizia di truffa via web che coinvolge uno sloveno. Un tizio, in verità davvero ingenuo, accredita 10.000 euro sul conto di uno sconosciuto che vendeva una bmw su internet. Quello della bmw si è volatilizzato e lo stanno cercando. Ora, io capisco che tu sia talmente fesso da comprare una bmw in internet, ma poi da uno sloveno, adesso, io non sono razzista ma, cazzo, uno sloveno… no, aspetta, leggendo meglio, lo sloveno è quello truffato. Il tizio che stanno cercando è di Treviso. Niente, fate conto che non vi abbia dato la notizia.

28 Amore gay ostacolato, lite e coltellate tra due famiglie tunisine. Siamo alle solite, un onesto omofobo razzista non sa per chi cazzo tifare: contro le famiglie tunisine che vivono nell’arretratezza, o contro i due gay, che tra l’altro sono pure tunisini?

29 Calenda dice che il PD è finito, Marcucci dice che il Pd è dilaniato e diviso, Renzi prepara una nuova formazione politica. A questo punto, Zingaretti fa appello all’unità del partito. Immagino sia una battuta.

30  La nuova formazione politica di Renzi si dovrebbe chiamare Azione Civile. Ma Ingroia dice: “Eh no, l’idea è mia, con quel nome ci ho già perso io!”.

31 La lega prepara tre leggi da fare in caso di elezioni in autunno. Sociologicamente dovete ammettere che l’esperimento è interessante: c’è un partito al governo, che da un anno fa di tutto tranne che fare le leggi che, in campagna elettorale, aveva promesso di fare; ora ha iniziato, prima del tempo, una nuova campagna elettorale e promette che se vincerà le prossime elezioni farà le leggi che aveva promesso l’ultima volta e che non ha fatto. E vincerà le elezioni. Siamo o non siamo la nazione dell’inventiva? Io, se fossi il tipo, tirerei fuori di nuovo ste cazzo di accise.

32 Dopo avere fatto per anni il tifo per i carabinieri che hanno massacrato il povero Cucchi o il povero Magherini, adesso i fan dell’approssimazione benpensante condividono a manetta i resoconti delle madri tossicodipendenti di Reggio Emilia a cui il tribunale ha sottratto i figli. Se si tratta di dare sfogo al proprio astio, gente che rompe il cazzo con la cannabis light, si tura il naso e fa il tifo per gli eroinomani. In fondo fa piacere questo ecumenismo inaspettato. Questi qua sorpassano a sinistra Gino Strada.

33 Il giorno in cui si commemora l’eccidio fascio-nazista di Sant’Anna di Stazzema, Renzi va in visita alla foiba di Bassovizza. Ora, le foibe furono eventi tragici e non del tutto chiariti ed è giusto ricordare le vittime, ma l’eccidio di Sant’Anna di Stazzema non è mica stato una scamapagnata. Renzi, Salvini le ha già fatte tutte ste puttanate, lascia perdere sti twitt e pensa a un nome non ancora usato per il tuo partito di centroqualcosa.

34 Davvero tenero il M5S che ha governato un anno con uno psicopatico e che ora mette in guardia gli elettori sul fatto che il tizio che ha portato al governo è uno psicopatico. Mi ricorda quel medico che, in una commedia di Govi, annuncia al paziente che non è vero che ha una malattia mortale: all’ospedale hanno scambiato le sue cartelle con quelle di un paziente dal nome simile. Mentre il paziente se ne va esultando per la bellissima notizia, il medico rimane in scena e dice agli spettatori: “Che soddisfazione, salvare un individuo!”.

35 Trenitalia vince un appalto in Inghilterra, collegherà Londra alla Scozia. In quanto a come collegare Roma a Catanzaro se ne parlerà in seguito.

36 Banche venete, il conto per lo Stato sale di 7 miliardi. Dopo l’aumento delle tasse regionali per la pedemontana, questa cosa della secessione può essere presa più alla lontana. (Questa non mi ricordo nemmeno perché l’ho scritta e ammetto, a un anno di distanza, di non capirla nemmeno io).

37 I nuovi ipad potrebbero avere la doppia o tripla fotocamera. Potrebbero averle, ma non sanno se ne hanno voglia, decideranno, insomma i nuovi ipad non abbiamo idea di come cazzo saranno fatti ma vogliamo parlarne lo stesso. Anche se possiamo immaginare che saranno come i vecchi ipad con qualche cazzata in più per giustificarne il prezzo esorbitante. In ogni caso, per fare le foto di merda che si vedono in giro, anche una sola fotocamera può bastare.

38 C’è un’azienda che ha inventato un cannone per sparare i salmoni. Sulle prime pensavo a un modo più gentile per fare la guerra, gentile per tutti tranne che per i salmoni; invece non è così, i salmoni vengono sparati per superare dighe e ostacoli in pochi secondi anziché in giorni. “Quando sei arrivato?” Chiede l’amico salmone, l’altro risponde “L’altro ieri, sai, ho preso il cannone, ho fatto in un attimo”. Ma l’amico è un po’ perplesso: “Io non lo prendo, non voglio mica sputtanarmi tutti i soldi solo per il viaggio!”. Nel frattempo, gli orsi: 

  • Cazzo, non passano più i salmoni? Ma dove cazzo sono finiti?!
  • Ho provato a prenderne uno ma volava, ti giuro che volava!
  • Sai che ti dico, io me ne torno in Oregon e vaffanculo!

39 Un tizio ha vinto più di 200 milioni alla lotteria. Ovviamente questi soldi non vengono dalla luna, sono soldi degli italiani, che hanno contribuito in moltissimi, giocando alla lotteria. Ecco, se un politico dicesse che servono 200 milioni col contributo di tutti per una qualsiasi causa sociale, quegli stessi che hanno donato 200 milioni a uno sconosciuto accuserebbero la politica di voler mettere le mani nelle tasche degli italiani. E se non ci credete ricordatevi di quelli che mettevano l’etichetta alla frutta per protestare contro i centesimi per i sacchetti di plastica.

40 A Volgograd un amante delle goliardate, in piena notte, si butta a folle velocità con l’auto contro un enorme pallone da calcio in mezzo a un incrocio. Ora è all’ospedale perché quel pallone era una scultura. Servono commenti?

41 Il dodici agosto, il ministro delle interiora, un uomo contro la cannabis light che fa campagna elettorale nei covi per cocainomani, scrive una cosa definitiva: ridurre il numero dei parlamentari è una follia che va evitata a tutti i costi, sarebbe solo un regalo a Renzi. Il giorno dopo, non l’anno dopo, non sei mesi dopo, ma il giorno dopo, la stessa persona, non un omonimo, non un sosia, lo stesso ministro del Papeete, scrive un’altra cosa definitiva: Ho una proposta, facciamo subito la legge per ridurre il numero dei parlamentari e poi andiamo al voto. E in questo stesso momento, mi dicono che ha cambiato di nuovo idea. Io non credo che faccia apposta, penso che se lo sia veramente dimenticato quello che ha detto il giorno prima. Se facesse un mestiere normale, tipo il tipografo, la famiglia lo farebbe vedere da uno bravo. Mi ricorda la vecchia storiella su quel tizio che si butta da un palazzo di 30 piani e ad ogni piano dice: “Fin qui tutto bene”.

42 In Veneto la salute pubblica è sempre più privata, si sa, mentre chiudono gli ospedali, crescono come funghi gli istituti privati convenzionati con la regione. Secondo le tabelle dei prezzi, un esame presso un centro privato convenzionato, costa il triplo rispetto allo stesso esame presso una clinica privata. In pratica ti paghi il viaggio in Svizzera.

43 Il buon Di Maio dice che bisogna fare subito il taglio dei parlamentari, bastano due ore. È quanto c’è scritto sulle istruzioni dell’Ikea per montare un armadio, ma dimenticano di dire che in questa nazione ci vogliono mesi per capire le istruzioni.

44 Lavia dice che Salvini confonde la sua popolarità con il consenso. Dimentica però che siamo in un periodo culturale nel quale non c’è consenso senza popolarità. Questo meccanismo è assai vecchio, pensate ad aggettivi come “illustre” o “preclaro” che dànno un connotato morale e nobile al semplice fatto di essere famosi. Pensate alla storia del dottor Faust che si vende l’anima al diavolo perché vuole diventare famoso, questo perché sa bene che una volta famoso, con le sue doti, diventerà anche potente. Il fatto è che ora non serve essere famosi per un qualche motivo particolare, non so, per essere particolarmente intelligenti, o capaci, o abili in qualcosa di molto difficile, no, basta che caghi nella coppa dei mondiali e dal giorno dopo t’intervistano tutti, poi, dopo una settimana, presenti nell’ordine: il tuo nuovo partito, una linea di abbigliamento, un film scritto da te.

45 Sulla triste vicenda della Toffa posso solo dire una cosa: d’accordo, sul social sono tutti originalissimi, nessuno cade nel luogo comune neanche sotto tortura e quindi c’è chi si sente di criticare ciò che un morto ha fatto in vita, perché così non viene considerato banale e omologato. Io però dico, va bene di non santificare i morti quando sono famosi, ma neanche insultarli come gli ultimi dei cani, porco di un Giuda. Abbiate un po’ di quella roba che si chiama pietà e ricordatevi che nel giro di 150 anni avremo tiraro le cuoia tutti quanti. E poi non bisogna dimenticare che ogni morto amava dei vivi, i quali si dibattono nello strazio della sua assenza, se ritenete che ella abbia commesso crimini orrendi, ricordate che anche voi avrete fatto delle cazzate in vita, sareste contenti se la gente si fregasse le mani che avete reso la pelle al creatore? Da sempre le cerimonie della morte sono fatte per isolare un momento purissimo, nel quale si resta in silenzio, nel quale ogni suono è superfluo, come scrive Luigi Meneghello: “Era quel momento che le cerimonie della morte sono fatte per isolare con purezza, quel momento irrazionale dello strazio, in cui esso non dà più senso e pare un sogno d’estate commentato dalle galline e dai coleotteri, in un fiotto di spazio tra qui e le colline, traslucido, infestato dai gong delle campane”.

46 Briatore che fonda un nuovo movimento, che si chiama “Movimento del fare”, sarebbe come se io fondassi il partito dell’astemio. Lascia stare Briatore, non fare un cazzo, magari ci va dritta.

47 Dopo il ministro del rosario, ora anche il principe farlocco dice che tutti gli italiani lo chiamano al telefono perché vogliono che lui scenda in campo. Ora, le cose sono due: o sta gente lascia il numero di telefono a tutti, oppure sente le voci come Giovanna D’Arco.

48 La ministra non firma lo stop alla nave Open Arms e dichiara: “Non bisogna mai perdere l’umanità”. Lo dice adesso però. 

49 Rovazzi arriva davanti all’area 51 in America. Si ferma in mezzo al deserto per fare un video e dice “Raga, qua è bellissimo”. Vede una scia chimica e dice “Che strani velivoli”. Poi arriva davanti a un ingresso e i militari gli intimano di andarsene. Strano, non hanno notato la somiglianza? Per me dovevano chiedergli come mai è scappato dai laboratori.

50 Giorgetti propone un “governo elettorale anti iva”, cosa sia di preciso bisognerebbe chiedere a Repubblica. Dunque, potrebbe essere un governo che fa elezioni, o che fa solo campagne elettorali, tipo quello di adesso. Anti iva, potrebbe voler dire che abolirà l’Iva, oppure che tiene l’Iva, magari l’aumenta anche ma vuol far sapere che gli sta sul cazzo. Si potrebbe anche fare un governo elettivo anti inflazione, oppure un governo non elettorale anti disoccupazione, le possibilità sono tante.

51 Leggo molta ironia sul sindaco di Caerano picchiato da alcuni rom mentre voleva cacciarli dal paese. Per carità, queste cose si fanno coi carabinieri, doveva usare toni meno agguerriti, tutto quello che volete; ma non diciamo cazzate, non si picchiano le persone. Io non so se lui sia antipatico o simpatico, so che quei rom sono stronzi. Quello che io penso è che non bisogna scacciare le persone, bisogna insegnar loro a comportarsi bene, non si ruba, non si trattano male donne e bambini e non si fa violenza sulle persone. Se esiste una parte della popolazione che vive in povertà bisogna pensare a delle politiche per quelle persone, non tollerare la loro inciviltà.

52 Sempre su Repubblica, ma anche su altri giornali, vedo le foto della così detta “chiave bulgara” che, usata dai topi d’appartamento, aprirebbe tutte le serrature. Tutte?! Ma l’avete vista? Apre solo le serrature dei conventi di porte costruite prima del concilio di Trento. Non passa neanche dalla toppa! 

53 Qualcuno mi ricorda un vecchio proverbio del nord est che dice: “Sta lontan dal cul del mul, dai denti del can e da quei che gà sempre la corona in man”. È l’epoca dei simboli sventolati un po’ a cazzo. Certe manifestazioni pubbliche di appartenenza farlocca vengono però molto applaudite. Si direbbe quasi che la gente abbia bisogno di simboli basic, anche se slegati dal fatto in sè. Si potrebbe fare un comizio e brandire, che so, un ventilatore, una cassetta degli Inti Illimani, mezzo chilo di bresaola. La gente riconosce il simbolo e osanna il gesto. Anche se, per quanto riguarda la prossima manovra economica, il simbolo ideale sarebbe un dildo grosso quanto un idrante.