Sconnessioni logiche

Belen Rodriguez s’ispira a Meryl Streep. Volevo dirvelo.

Un cacciatore statunitense spara a un cervo, il cervo ferito si rialza e lo uccide. Le bestie son proprio crudeli.

A Roma (abitanti 2 milioni 850.000)  l’anno scorso ci sono stati 10 omicidi.  A Chicago (abitanti 2 milioni 700 mila) ci sono stati  430 omicidi nel 2019.  Roma ha un grande problema di sicurezza.

Fra i tanti titoli consolatori per panzoni, distratti, incapaci, disadattati, i quali riportano studi scientifici di bizzarre ricerche, ce n’è uno nuovo: “Il vino rosso fa dimagrire, un bicchiere vale come un’ora di palestra”. Bene, dopo 3 ore di palestra a pranzo, mi sa che devo andare a letto.

Uno che non ha l’intelligenza per capire che chi investe una cifra esorbitante per un viaggio in cui rischia la morte, ovviamente non può prendere un aereo e viaggiare come turista per una cifra molto minore; non ha nemmeno l’intelligenza per capire che non è in grado di commentare un qualsiasi articolo di giornale.

I messaggi di odio che Liliana Segre riceve ogni giorno, sono la rivelazione al luminol che le teste di cazzo abbondano e che lo stronzo cerca inutilmente giustificazioni. Lo stronzo perde solo tempo ad argomentare (diciamo così) con ebrei, neri, rossi, gialli, donne, gay, disagio, tasse, o disoccupazione; risparmierebbe energie mentali (e dovrebbe, perché ne ha poche) e sarebbe più coerente semplicemente scrivendo “sono stronzo, le scuse cercatevele da soli”.

I giornali che riportano le frasi sconnesse degli assassini e vi tratteggiano connessioni logiche con qualcosa che abbia a che fare col pensiero, sono fiancheggiatori degli assassini.